QUALE FAMIGLIA PER QUALE TESTIMONIANZA EVANGELICA?

La famiglia è un bene per tutta la società: è come l'architrave che regge la comunità. Intaccare l'architrave significa mettere a repentaglio il futuro della società. Di fronte ai tanti tentativi di ridefinire la famiglia presenti anche nel mondo religioso, il documento “Quale famiglia per quale testimonianza evangelica?” dà voce ad una proposta che può davvero guidare oltre le distorsioni di una lettura sacramentalista o culturalista del matrimonio, evitando sia il rischio di sacralizzarla sia quello di ridurla ad una mera convenzione sociale. Frutto di un lavoro portato avanti da un gruppo di pastori ed operatori evangelici della pastorale famigliare, il documento ribadisce le convinzioni classiche della fede evangelica sulla famiglia e offre una lettura critica di pericolosi scivolamenti che si registrano nel mondo protestante, troppo incline a sposare le tendenze secolarizzate della cultura contemporanea

[continua …]

 

PER LA FAMIGLIA, NON SOLO IN MODO RETORICO

Domenica 16 novembre, a Piazza Farnese, a Roma, si è tenuto il “Family Act”, una manifestazione a sostegno della famiglia, alla quale hanno partecipato numerosi parlamentari e membri del governo che si sono succeduti al microfono insieme a rappresentanti di diverse associazioni impegnate a difendere i valori della famiglia.
L'Alleanza Evangelica Italiana (AEI), è stata invitata alla manifestazione e rappresentata dal Pastore Stefano Bogliolo. Nel suo intervento Bogliolo ha ringraziato gli organizzatori per aver dato voce anche agli evangelici su questioni di tale importanza come la famiglia e la vita umana

[continua …]

 

UNIONI CIVILI, UN CONTRIBUTO EVANGELICO ALLA DISCUSSIONE

Il IX Colloquio del Centro Studi di Etica e Bioetica a Milano

Una delle discussioni pubbliche più accese del momento riguarda il tema delle unioni civili. Mentre il Parlamento discute un disegno di legge per l'introduzione anche in Italia del riconoscimento delle coppie di fatto, il Centro Studi di Etica e Bioetica, il think tank dell'IFED di Padova sulle questioni etiche, ha organizzato un dibattito pubblico a Milano il 14 novembre 2014. L'uscita dell'ultimo supplemento (il n. 12) alla rivista Studi di teologia dedicato proprio alle unioni civili, ha fatto da sfondo al confronto tra Martin Ibarra (UCEBI) e Leonardo De Chirico, direttore del CSEB, tenutosi presso i locali della chiesa evangelica Speranza x Milano alla presenza di un folto pubblico.
Nel sostenere che il pensiero sociale evangelico si muove in un quadro di laicità (e cioè riconosce che lo stato non può entrare nelle scelte di vita individuali dei cittadini e che le confessioni religiose non possono imporre le loro visioni morali sullo stato pluralista), nel suo intervento De Chirico ha presentato tre presidÓ su cui è necessario vigilare.

[continua …]

 

CORRUZIONE: UN SOMMERSO SU CUI FAR LUCE

A Formigine, occasione di dialogo fra il prof. Rizza e l'ex sindaco Richeldi

Formigine (MO) - Domenica 14 settembre, si è tenuta presso la Sala della Loggia la conferenza “Facciamo luce sulla corruzione” organizzata dall'Associazione Evangelica Formiginese (moderata dal pastore Calanchi Ettore), col patrocinio del Comune di Formigine e dell'Alleanza Evangelica Italiana. Franco Richeldi, ex sindaco di Formigine per due mandati (dal 2004 al 2014), e Giuseppe Rizza, professore nel Dipartimento di Economia e Management dell'Università di Trento, si sono susseguiti in due interventi densi che hanno fornito alle oltre ottanta persone presenti numeri, strumenti interpretativi e proposte di percorsi per far luce sulla corruzione e contrastarla

[continua …]

 

EVANGELICI ITALIANI SUL CATTOLICESIMO CONTEMPORANEO

A seguito della tavola rotonda promossa da Alleanza Evangelica Italiana, Federazione delle Chiese Pentecostali, Assemblee di Dio in Italia, Chiesa Apostolica in Italia e Congregazioni Cristiane Pentecostali, e svoltasi il 19 Luglio 2014 ad Aversa presso la Facoltà Pentecostale di Scienze Religiose, sul tema “Il cattolicesimo contemporaneo: una prospettiva evangelica”, le organizzazioni sopra citate, a seguito di aperture ecumeniche da parte di ambienti evangelici e pentecostali internazionali e nazionali nei confronti della Chiesa cattolica romana e del suo attuale Pontefice, senza esprimere un giudizio sulla fede dei singoli fedeli, ritengono incompatibile con l'insegnamento della Scrittura una chiesa che si sente mediatrice di salvezza e che presenta altre figure come mediatrici di grazia, dal momento che la grazia di Dio viene a noi soltanto per mezzo della fede in Cristo Gesù senza le opere (Efesini 2:8) e senza l'intervento di altri mediatori (1 Timoteo 2:5)

[continua …]

 

“IL SENSO DEL CREDERE: UNA CONFESSIONE DI FEDE” - TAVOLA ROTONDA

Qual è la valenza oggi, nel 2013 di una confessione di fede redatta oltre tre secoli fa? Quali considerazioni può suscitare la lettura di un documento del genere nelle sensibilità delle diverse anime del cristianesimo evangelico italiano, che rivendica nelle proprie radici l’eredità della riforma protestante?
L’evento organizzato sabato 26 ottobre a Formigine in occasione della presentazione del libro “La fede riformata battista” ha provato ad aprire alcune piste di riflessione in questa direzione.
Alla tavola rotonda dal titolo “Il senso del credere: una confessione di fede”, sono intervenuti

[continua …]

 

NO ALL’OMOFOBIA, SÌ ALLA LIBERTÀ DI PENSIERO E DI PAROLA

Una presa di posizione della Commissione etica e società dell’Alleanza Evangelica Italiana

In merito alla discussione in corso sulla legge contro l’omofobia, la “Commissione etica e società” dell’Alleanza Evangelica Italiana ricorda di avere più volte contribuito al dibattito sui temi dell’omosessualità, primariamente con il documento “Omosessualità: un approccio evangelico” (2003, disponibile sul sito www.alleanzaevangelica.org [apre un’altra finestra]) in cui si ribadisce che

[continua …]

 

IMPEGNO EVANGELICO CONTRO LA CORRUZIONE

La chiesa evangelica italiana segue con molta attenzione il dibattito sulla corruzione e incoraggia tutti i cittadini, a vari livelli e in tutti gli ambiti della vita, ad agire con trasparenza, integrità e responsabilità, esprimendo una forte preoccupazione per il mantenimento di uno status quo che da un lato consolida l’aspettativa di impunità dei protagonisti e dall’altro aumenta il senso di impotenza della maggior parte di noi

[continua …]

 

Mappa del sito: